Header della pagina
Corpo della pagina
S. Daniele.
 
Articolo esploso
carcere
di Coordinamento.

Prot. n. 21 del 26.2.2015

Nota stampa

Oggi, 26.2.2015, una delegazione del circolo PD di Lanusei ha incontrato il Direttore della casa circondariale S. Daniele, il Dott. Francesco D’Anselmo.

L’incontro ha permesso alla delegazione di conoscere approfonditamente le varie iniziative portate avanti dal Direttore, le quali, ispirate da un profondo senso di umanità, sono tutte tese a migliorare le condizioni di vita dei detenuti, dei loro familiari in visita –soprattutto i figli- degli agenti di Polizia penitenziaria e, in generale, di tutti i lavoratori della struttura; a titolo di esempio si possono citare la massiccia ristrutturazione dell’edificio principale, la realizzazione di nuove aree verdi e di alcune aree sportive.

Tra le varie attività immateriali, invece, si segnala la prossima apertura, in collaborazione con Sua Eccellenza il Vescovo di Lanusei, di un corso di falegnameria. La sensibilità del Direttore alla collaborazione inter-istituzionale è emersa anche in relazione all’attivazione –riconosciuta dal Piano di dimensionamento scolastico regionale- di un corso di studi curato dall’Alberghiero e destinato agli ospiti della casa circondariale. Una serie di progetti europei, curati direttamente dal Direttore, completano l’opera.

Importantissima nell’ottica della finalità rieducativa della pena è l’attivazione di una serie di percorsi di lavoro esterno (ex art. 21 Legge carceraria) che, in uno, permettono di recuperare i detenuti e offrire un servizio (gratuito!) alla collettività (i detenuti impiegati svolgono, all’esterno del carcere, dei lavori di pubblica utilità). Nell’attivazione di questi percorsi la casa circondariale di Lanusei è stata pioniera; ad oggi, infatti, in tutta Italia si contano solamente 4 inserimenti, 2 dei quali a Lanusei, gli altri a Roma.

Il circolo PD di Lanusei, visti l’impegno e la disponibilità dimostrate dal Dott. D’Anselmo e vista anche la volontà di quest’ultimo di puntare forte sulla ‘specializzazione’ del S. Daniele ad ospitare la categoria dei ‘sex offender’, ritiene di poter contare su un alleato in più nella battaglia per il potenziamento della casa circondariale di Lanusei così da permettere a quest’ultima di poter ospitare tutti i detenuti ogliastrini attualmente dislocati altrove.

 

Partecipa